INTERVISTA A DARIO VERGASSOLA A CURA DI MARCELLO LOMBARDO, GAETANO CUFFARI E GIOIA LOMASTI

Vetrina delle Emozioni da il benvenuto a Dario Vergassola ringraziandolo per la sua disponibilità ed averci accolti con questo splendido contributo. Nasce a La Spezia, nel maggio 1957, è un poliedrico personaggio dello Spettacolo: Musicista, Attore di Teatro e di Cinema,  Autore e Presentatore di programmi televisivi e radiofonici nonché Scrittore e Articolista .
Nel 1992 vince il Festival di Sanscemo con la canzone Mario (Marta), e lo stesso anno pubblica il suo primo album Manovale gentiluomo che nel 1999 sarà seguito dall’album Lunga vita ai pelandroni, tratto dall’omonimo spettacolo di cabaret, e l’anno dopo viene pubblicato con lo stesso titolo il libro relativo. Nel 1993 inizia a portare i giro per i teatri italiani diversi spettacoli teatrali quali Bimbi belli , La vita è un lampo (1994) e Recital per due, con David Riondino. Nel 1996 è coautore ed interprete dello spettacolo Tenera è la notte, in onda su Rai 2, e l’anno successivo partecipa al film tv Dio vede e provvede di Enrico Oldoini. Dal 1997 diventa ospite frequente del Maurizio Costanzo Show, e partecipa, come coautore, alla trasmissione Facciamo Cabaret e come ospite a Mai dire gol e a Quelli che il calcio.
Nel 2002 pubblica il libro Me la darebbe?, raccolta delle celebri e scabrose interviste realizzate nella trasmissione televisiva Zelig. Nel 2003 è fra i protagonisti della Serie TV Carabinieri (nel ruolo di “Pippo”, il proprietario del bar al centro del paese di Città della Pieve) e conduce con Federica Panicucci la trasmissione Bulldozer, dedicata ai nuovi comici. Sempre nello stesso anno esce anche il suo libro Me la darebbe? – Vol II.
Nel 2004 lavora per la TV satellitare Sky, nel 2005 e nel 2006 si presenta al fianco di Serena Dandini nella conduzione della trasmissione di Rai 3 Recita nei film L’anima di Enrico di Stefano Saveriano, a Nuda proprietà vendesi di Enrico Oldoini e ad Affetti smarriti di Luca Manfredi, oltre che a Il mattino ha l’oro in bocca.
Nel 2013, in collaborazione con il progetto “Le Cose Cambiano”, pubblica un video su youtube nel quale esprime la sua vicinanza e il suo sostegno agli adolescenti omosessuali italiani, condannando comportamenti omofobi e vessatori.
Il 24 giugno 2014, affianca Camila Raznovich. per la conduzione del programma Alle falde del Kilimangiaro
Oltre ad essere autore di libri pubblica rubriche ed articoli per diversi giornali e magazine tra cui: Max, Left ed Il Venerdì. Il suo primo romanzo, La ballata delle acciughe, arriva in libreria solo nel 2014. – (Estratto WIKIPEDIA)

La ballata delle acciughe di Dario Vergassola

La ballata delle acciughe di Dario Vergassola

Agli albori della tua carriera ed esattamente nel 1992, sei stato vincitore del Festival di Sanscemo, manifestazione canora di Rock demenziale: che ricordi conservi di quel periodo?

0.43radio player

Ti capita  ancora di scrivere canzoni?

0.28radio player

Ripercorrendo la tua ricchissima  carriera artistica qual è il periodo che ricordi con maggior piacere?

1.25radio player

Ti sei distinto e ti distingui nel Teatro, nel Cinema, nella Musica, in Televisione, nel Cabaret e persino nella Pubblicità e hai realizzato anche diversi libri: c’è qualche altro settore dove ti piacerebbe cimentarti?

1.06radio player

Ci sono peculiari differenze tra il Dario Vergassola che conosciamo attraverso la televisione e il Dario Vergassola nella vita di tutti i giorni?

0.06radio player

Hai sempre fatto Teatro portando i tuoi spettacoli in giro per l’Italia. Cosa differenzia, a tuo avviso, il mondo del Teatro da quello della Tv?

0.58radio player

Considerando i numerosi settori nei quali sei impegnato, potresti anticiparci qualcosa su ciò che ci regalerai nel 2016?

0.08radio player

 

A cura di Marcello Lombardo, Gaetano Cuffari e Gioia Lomasti 

La suddetta intervista è ad esclusiva del sito vetrinadelleemozioni.com , è vietato copiare anche in maniera parziale il testo/audio proposto senza autorizzazione. 

Shares
error: Il contenuto é protetto!