Get Adobe Flash player

Intervista di Alessia Marani e Gioia Lomasti a Lorenzo Spurio

Share on Facebook70Tweet about this on TwitterShare on Google+2Pin on Pinterest0Email this to someoneShare on Tumblr0Share on LinkedIn0Digg this

Intervista a Lorenzo Spurio di Alessia Marani e Gioia Lomasti
Come Ti sei avvicinato alla scrittura?

E’ difficile rintracciare il momento preciso nel quale ho deciso a scrivere, ma sicuramente non prima del 2010. Direi, dunque, durante gli anni universitari di Perugia quando, sollecitato da tante letture e dallo studio attento della storia della letteratura, ho deciso di mettere giù qualcosa. Prima dei racconti per lo più brevi caratterizzati da squarci visionari e atmosfere ai limiti della realtà il cui scopo era l’indagine dell’identità e della psicologia dell’uomo fatta attraverso situazioni borderline o atteggiamenti maniacali. Solo in un secondo momento mi sono dedicato anche alla scrittura di saggi di critica letteraria che, comunque, prevedono un tipo di analisi, conoscenza e scrittura del tutto diversi da quelli di un racconto.

 

Il tuo percorso?

Nel 2010 cominciai a pubblicare alcuni miei racconti su qualche rivista di letteratura e cultura italiana, tanto cartacea come online, tra cui “Segreti di Pulcinella” (www.segretidipulcinella.it) diretta da Massimo Acciai dove nel tempo sono diventato redattore e poi vicedirettore, incarico che ricopro oggigiorno. Tra le varie riviste con le quali ho collaborato ci sono “El Ghibli”, “Aeolo” e “Sagarana”, solo per citarne alcune.

Blog Letteratura

All’inizio del 2011 ho creato un mio spazio internet dal nome Blog Letteratura e Cultura (www.blogletteratura.com) dove, oltre a una sezione contenente la mia biografia e le mie pubblicazioni, pubblico recensioni di classici o autori esordienti, note critiche, poesie commentate, segnalazioni di eventi e concorsi. Sono soddisfatto nel riconoscere che il blog, dopo più di un anno d’attività, conta di numerosi collaboratori ed è seguito da un ampio bacino di pubblico.

Rivista Euterpe

Alla fine dello stesso anno, invece, assieme a Monica Fantaci (poetessa palermitana) e Massimo Acciai (poeta, scrittore fiorentino) abbiamo dato vita a un nuovo progetto letterario, la rivista di letteratura “Euterpe”, (www.rivista-euterpe.blogspot.com), un aperiodico online tematico che si occupa interamente di letteratura.

 

Di cosa tratta la tua pubblicazione?

Ritorno ad Ancona e altre storie
Flyte e TallisHo varie pubblicazioni delle quali parlarvi. Per quanto concerne la narrativa, un anno fa veniva pubblicato il mio libro di racconti scritto assieme alla scrittrice fiorentina Sandra Carresi dal titolo “Ritorno ad Ancona e altre storie” edito da Lettere Animate Editore. Il libro, presentato alla Biblioteca Villa Bandini di Firenze nel Maggio scorso ha saputo ottenere un certo pubblico e farsi conoscere anche e soprattutto le numerose recensioni e commenti critici che ne sono stati scritti e che hanno consentito una più ampia circolazione dello stesso. Sempre per il genere narrativo, ho concluso una collezione di racconti da solista che analizzano il disturbo giovanile, il disagio esistenziale e le devianze diffuse nella nostra società. Un libro per tematiche diverse dal precedente che, spero, verrà pubblicato entro pochi mesi.

Jane EyreLa Metafora del Giardino in LetturaPer quanto concerne la saggistica, invece, i libri che a tutt’oggi ho pubblicato sono: “Flyte & Tallis: Espiazione e Ritorno a Brideshead, una analisi ravvicinata di due grandi romanzi della letteratura inglese” (Photocity, 2012) che analizza comparativamente due importantissimi romanzi rispettivamente di Ian McEwan ed Evelyn Waugh; “La metafora del giardino in letteratura” (Faligi Editore, 2011), scritto assieme a Massimo Acciai, che è una sorta di mini-enciclopedia sul topos letterario del giardino e “Jane Eyre, una rilettura contemporanea” (Lulu, 2011), una analisi del grande capolavoro brontëano a partire dai prequel, sequel e le riscritture che nel corso del tempo ne sono state tratte.

 

Come nasce un tuo scritto? Da dove trai gli spunti?

Differenzierò anche qui la risposta: un racconto mi nasce spontaneo sollecitato da qualche evento accaduto, sentito, vissuto o sognato ad occhi aperti. Nel momento in cui ho un incipit e mi pongo di fronte al “foglio bianco”, la storia prenderà forma man mano e si costruirà da sé. Il testo saggistico, invece, presuppone un tema principale, un punto di partenza dal quale partire per arrivare a uno studio attento, analitico e “scientifico”, è una scrittura più meditata, meno istintuale e più rigorosa che necessita, probabilmente, una attenzione maggiore.

 

Cosa ne pensi dei concorsi editoriali?

Di concorsi e premi letterari ne esistono a migliaia; alcuni sono molto buoni e riconosciuti anche internazionalmente che, chi li vince, può davvero contare sulla possibilità di farsi conoscere, di far parlare di sé e della propria opera. La gran parte delle volte, però, i podi di tali manifestazioni letterarie sono praticamente inaccessibili in partenza al giovane esordiente, soprattutto se ha pubblicato con una casa editrice neonata o semisconosciuta. Esistono, però, molti concorsi letterari promossi da case editrici (penso fosse questa la tua domanda) che garantiscono poi allo scrittore vincitore un contratto di edizione con loro e ai segnalati la pubblicazioni di testi in antologia. Penso che sia un’ottima opportunità che gli esordienti debbano tentare, non dimenticando, però, che spesso nei concorsi di questo tipo la componente letteraria (il valore intrinseco del testo presentato) viene soggiogata da elementi quali la vendibilità dell’opera stessa. Un’operazione di mercato, quindi.

 

Una soddisfazione?

Difficile dire, ce ne sono parecchie, come ad esempio il ciclo di eventi letterari che stiamo organizzando a Firenze che prevede presentazioni di libri, reading e conferenze. E’ una soddisfazione radunare persone che vengono da posti diverse, ma accomunate dallo stesso amore nei confronti della cultura.

 

Credi nell’editoria Italiana?

L’editoria italiana è un universo caotico del quale bisogna avere conoscenza prima di introdurcisi perché, come dicevo poc’anzi, molte case editrici o presunte tali di piccola dimensione e di recente nascita abbindolano il probabile autore con formule appetibili, ma altamente onerose. Alcune case editrici pubblicano testi praticamente con errori, sia grammaticali che di impaginazione, senza che ci sia un accurato lavoro di editing e di curatela da parte di un addetto, cosa che dovrebbe essere la norma. Oggi tutti possono pubblicare: chi ha i soldi e le conoscenze adeguate ricorrendo a un grande marchio che lo farà conoscere e che gli farà vendere i suoi libri nelle vetrine di tutta Italia, chi non ha un euro ma scrive cose buone, invece, dovrà accettare di impoverirsi ancor di più per farsi pubblicare con un contratto oneroso e che non consentirà all’autore di avere grande visibilità. Ecco perché hanno preso piede da anni i Book-on-demand che, oltre a stampare l’opera con regolare ISBN, sollevano ogni qualsiasi problema, disguido o sbaglio editoriale rimandandoli all’autore che ha caricato il progetto. Ovviamente ognuno fa le sue scelte, ma è desolante vedere e leggere opere di alta qualità stampate da piccoli marchi e che non arriveranno mai al grande pubblico e testi, invece, scarsi, deludenti, bassi, scadenti, promossi in tutta la Penisola come i “must” del momento.

Progetti futuri?

Ve ne sono molti: continuerò con le attività di presentazione e di promozione della cultura quali presentazioni e reading e soprattutto nell’organizzazione del Concorso Nazionale di Poesia “L’arte in versi” che è felicemente giunto alla seconda edizione.

Lavorerò affinché possa pubblicare la mia nuova raccolta di racconti e nel frattempo continuerò ad occuparmi di recensioni/scrittura di prefazioni ed altri lavori editoriali analoghi.

 

A CURA DI ALESSIA MARANI E GIOIA LOMASTI

http://www.facebook.com/AlmaxMagazine

Statistiche

Visitatori Oggi: 58
Visitatori Totali: 56188

Acreàstro EnnannellòroAlba Rosa D’ErricoAlberto BonomoAlchemAlessandro D'AngeloAlessandro LattaruloAlessandro SpadoniAlessia MaraniAlessio FabbriAlfonso CappaAnna Lisa DalbagnoAntonella GigantinoAntonio AndrisaniAntonio RocchiArianna LauriolaBee Hive ReunionBill ChamplinBox beatCarlo BorgognoCarlo FacchiniCarlo PestelliCesare OdderaCharles GaudiéeChiara ApuzzoChiara JerìChiara TaorminaClaudio BossiCristiano De AndréCristina PelucchiDaniele CapuozzoDanilo VignolaDante De MarcoDario MoschettaDario VergassolaDiego Bruno RoccoDora LuisoElisa GuariniEmanuela PacottoEmanuele MarcuccioEugenio FinardiFabio AmatoFabrizio FattoriFederico NegroFiorella CappelliFlavio GirardelliFrancesca MelleFrancesco ArenaFrancesco FecondoGaetano CuffariGastone CappelloniGianluca LalliGianni Antonio PalumboGioia LomastiGiorgia AlissandriGiorgio CelsiGiovanna GuardianiGiovannangelo SalveminiGiovanni Di LibertoGiuseppe GuidolinGuglielmo ScillaGuido CatalanoGuido MattioniIl MirtilloIlaria CelestiniIn My JuneJagoJam SessionLorenzo PoggiLorenzo SpurioLuca IspaniLuca ScarpaLuciano DomenighiniLuciano SommaLucrezia CentroneLuisa CirilloManuel De PeppeMao MediciMarcello LombardoMarco Di BiaseMarco LigabueMarco NuzzoMarco ZanardiMaria Rosa BarlettaMaria Teresa SessaMariagrazia TalaricoMariano BrustioMarina MasottiMario Il VecchioMaruska CreanzaMaryna ZhubrykMarzia AbatinoMatteo MontieriMaurizio MaioranaMauro CoronaMichela ZanarellaMichele AntonelliniNinè IngiullaNinnj Di Stefano BusàNorman ZoiaOliviero MalaspinaOrnella PennacchioniPalma Di BelloPaolo GiannelliPatrizia PitziantiPurpleRytaQuiProQuòRaffaele LauriolaRoberta TonelliRosaria FurmioRossana SchenaSabina Fascione AlcornSalvatore GurradoSerena BonadonnaSergio CarionSergio RossiSimone AvincolaSimone CorrieriStefano GalazzoStefano GherbiStefano GiacconeStephen AlcornSusanna CargasacchiToni CapuozzoTony De MaggioValeria MartorelliVictor PolettiVincenzo CinanniVito Enzo CasavolaWandering WilWill Weldon RobersonWillwooshZibba